Recoaro Terme

Recoaro Terme è situato all’estremo occidentale della provincia di Vicenza, immerso in una valle verdeggiante, la Conca di Smeraldo, e circondato dalla catena delle Piccole Dolomiti.

La natura, regina incontrastata, accoglie i visitatori in tutta la sua bellezza, che si declina di stagione in stagione in colori e profumi inaspettati e incantevoli. Le sue fonti termali, attive dal XVII secolo ne hanno fatto una stazione curativa e idrotermale rinomata a livello europeo, frequentata tra l’800 e il ‘900, da personaggi illustri come Nietzsche, Verdi, Mascagni e la regina Margherita di Savoia.

La storia di Recoaro e del territorio delle Prealpi Vicentine è fortemente legata alle testimonianze di uno degli episodi più tragicamente importanti della storia dell’umanità: la Grande Guerra. Il territorio di Recoaro Terme è cosparso di manufatti e testimonianze, dalle trincee ai camminamenti, dalle caverne per artiglierie alle teleferiche, dalle mulattiere ai sentieri militari.

Durante l’ultimo anno della Seconda Guerra Mondiale, l’intero compendio termale delle Regie Fonti di Recoaro fu scelto come quartier generale del feldmaresciallo Albert Kesselring, comandante supremo delle forze tedesche in Italia. Proprio all’interno di uno dei bunker costruiti presso le Fonti, pesantemente colpite dai bombardamenti alleati dell’aprile del 1945, si stabilirono le premesse per la cessazione dei conflitti, che portarono pochi giorni dopo alla resa incondizionata ratificata a Caserta.

Recoaro è uno scrigno naturale protetto dalla cerchia delle Piccole Dolomiti che racchiude anni di storia e tradizioni, nel cuore del Veneto, a breve distanza da città d’arte quali Vicenza, Verona, Padova, Venezia e da centri minori come Bassano del Grappa, Marostica, Cittadella o Soave.

Le Terme di Recoaro e la difesa antiaerea

Le Terme di Recoaro si trovano a pochi minuti dal centro del paese, in un luogo fresco e tranquillo immerso nella natura, all’interno di uno splendido parco attrezzato di 22 ettari, con numerose specie di piante e arbusti secolari.

A partire dal 1944 tra le terme e il centro cittadino furono costruiti numerosi rifugi in galleria e bunker, con la finalità di proteggere gli ufficiali dello stato maggiore e il personale di comando dai bombardamenti e di fornire dei veri e propri ambienti di lavoro; la maggior parte di essi erano infatti organizzati in piccoli uffici. La zona fu scelta per la posizione strategica del paese e la vicinanza alla via di collegamento con la Germania e alla Linea Gotica, sia per la disponibilità di alloggi per le 1.500 persone al seguito di Kesselring.

A pochi passi dall’edificio principale delle Terme si trova l’ingresso del Grande Bunker Comando. Da qui il feldmaresciallo controllava le due armate tedesche schierate sulla Linea Gotica per arrestare l’avanzata degli alleati.

Il Grande Bunker Comando

Il Grande Bunker Comando è una delle più importanti testimonianze dell’impegnativo programma di costruzione di rifugi per la difesa antiaerea, intrapreso a Recoaro dalla primavera del ’44 su progetto e direzione dell’organizzazione Todt.

Il rifugio è dotato di 3 gallerie di ingresso con muri paraschegge che conducono alla grande sala centrale della lunghezza di 61 metri per una larghezza di 4 e un lungo corridoio laterale collega 13 uffici, che ospitavano ufficiali e addetti al controllo. La volta in cemento armato ha protetto gli ambienti dal pesante bombardamento aereo del 20 aprile 1945, che ha interessato e quasi totalmente distrutto l’area delle Regie Fonti.

Nei giorni immediatamente successivi, all’interno del Bunker Comando si riunirono il comandante della Wehrmacht e quello delle SS per prendere la decisione di chiedere la resa agli alleati. Con la capitolazione del gruppo d’armate tedesche si pose fine così alla guerra in Italia.

Il Bunker oggi

Dopo la ritirata dei tedeschi il bunker fu rapidamente spogliato di tutti i materiali utili alla ricostruzione del paese devastato dai bombardamenti e negli anni successivi utilizzato come deposito per il parco delle terme.

Nel 2004, grazie all’impegno dell’Associazione Bunker Recoaro 1945, è stato possibile riaprire il bunker al pubblico. Da anni il gruppo si occupa delle attività di promozione con l’organizzazione di visite guidate e la realizzazione di un primo allestimento museale.

Nel 2021, grazie alla volontà della società Terme di Recoaro Spa, decisa a promuovere il turismo locale in collaborazione con l’Associazione, è stato ideato un nuovo percorso di visita con una connotazione fortemente innovativa. Lo scopo della riqualificazione è di avvicinare i visitatori, anche quelli più giovani, a questo luogo così cruciale nella storia della nostra nazione durante la II Guerra Mondiale, dove sono state poste le basi per la pace.

3D VIRTUAL EXPERIENCE - LA VISITA

Grazie al nuovo percorso di visita 3D Virtual Experience è possibile immergersi in un’esperienza storico-culturale innovativa, esplorando ambienti e scenari all’interno del quartiere generale delle forze armate tedesche del nord Italia utilizzando la realtà virtuale.

La visita prevede l’installazione di applicazioni multimediali che accompagnano il visitatore a partire dall’ingresso del Bunker, all’interno del compendio termale. Grazie all’utilizzo di visori ci si trova catapultati nel 1945, alla vigilia del bombardamento americano, davanti a un check point con soldati tedeschi in divisa su mezzi militari.

All’interno, un narratore virtuale scandisce la visita con i racconti della storia della struttura e degli eventi che hanno interessato l’area delle Regie Fonti di Recoaro Terme e in particolare del Grande Bunker Comando.

Grazie all’installazione di pannelli a traguardo ottico è inoltre possibile confrontare lo spazio attuale con delle immagini di come doveva apparire uno degli uffici di controllo all’epoca dell’occupazione tedesca.

orari e costi

Orario di apertura:

Da venerdì a domenica

dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18

Venerdì: riservato alle comitive e ai gruppi

Sabato e domenica: su prenotazione con eventbrite

prenota

Costi:

Intero: 7.50 €

Gratuito per i bambini fino a 12 anni

Verifica subito la disponibilità

ULTIMI AGGIORNAMENTI